NAOMI LAZZARI

Naomi nasce il 8/05/1993 a Bologna e fin da giovane si appassiona del mondo dell’arte, della scultura, della pittura e dell’illustrazione. Si diploma al liceo artistico nel 2012 e nel 2016 si laurea con 110 e lode all’Accademia di Belle Arti di Bologna al corso triennale di scenografia. Nell’estate del 2015 svolge tirocinio presso il laboratorio di scenografia al Teatro Comunale di Bologna come aiuto scenografa all’interno del progetto arte e teatro terapia con il carcere minorile del “Pratello” di Bologna con il regista Paolo Billi .  Nello stesso periodo collabora come scenografa, costumista e maestra mascheraia con la compagnia teatrale di commedia dell’arte “Fraternal Compagnia” a Bologna di Massimo Macchiavelli, Tania Passarini e Carlo Boso.

Da settembre del 2016 a ora fa parte della compagnia teatrale“La Valigia di Cartone”, producendo numerosi spettacoli in veste da scenografa, mascheraia, attrice e arte -erapeuta.

Dal 2016 a oggi si occupa dell’organizzazione del festival teatrale “Teatro al Chiostro” a Cisterna di Latina che ruota intorno al tema “teatro inclusivo e salute mentale”. Insegna inoltre teatro-terapia a partire da gennaio 2017 sia con enti privati che pubblici.

Tra il 2018 e il 2020 collabora al progetto di arte terapia “Creando-trasformo” e “Scene di Vita” all’interno del reparto oncologico dell’ospedale Gemelli di Roma.

Dal 2016 a ora si occupa di formazione in enti privati e pubblici di Roma e Latina come scuole, compagnie teatrali e teatri al fine di realizzare progetti teatrali e artistici nei ruoli di consulente, docente ed esperta esterna.

A luglio 2020  ottiene la laurea di specializzazione in Comunicazione e didattica dell’arte indirizzo Arte per la terapia all’Accademia di Belle Arti con un voto di 110 con lode, scrivendo e illustrando in sede di tesi il suo secondo libro per l’infanzia “Sogni D’Oro – la bambina che divenne amica della sua paura”.

Nell’estate del 2019 partecipa alla progettazione di laboratori creativi da realizzare all’interno del campo Profughi di Zagabria in Siria, proponendo un lavoro  sulla costruzione e manipolazione di burattini e realizzazione di un Kamishibai personale.

A Settembre 2019 vince il premio come miglior spettacolo al Festival “TheatreABILITY”  presso il teatro Guanella di Roma con lo spettacolo “S-Confini”, coinvolgendo gli utenti del centro salute mentale di Cisterna di Latina.

Nel 2019 prosegue la sua formazione con la Masterclass “LA PEDAGOGIA DEL LEGNO- corso di formazione, progettazione e messa in scena del burattini “a guanto”  con il maestro Gaspare Nasuto. Lo stesso anno partecipa al workshop sulla costruzione e manipolazione di un teatro di carta con  Alain Lecucq  e Narguess Majd, presso la scuola di burattinai di Faenza “Atelier delle figure”.

Nel dicembre 2019  illustra e porta in scena uno spettacolo realizzato  interamente con la tecnica del Teatro di carta ,“Lettere di Babbo Natale”.

Dal 2020 frequenta la scuola per burattinai di Faenza” Atelier delle Figure” con  gli insegnanti e artisti Stefano Giunchi, Gaspare Nasuto, Luì Angelini, Alain Lecucq e Paola Serafini, sviluppando e approfondendo il teatro di figura come mezzo educativo e di supporto nel sociale.